Rimodellamento delle cicatrici

Cos’è una cicatrice
Le cicatrici compaiono a seguito della riparazione di un danno della cute causato da un incidente, una malattia o un intervento chirurgico.
Rappresenta quindi un normale evento nel processo di guarigione; più la cute ha subito un danno, maggiore è il tempo necessario per guarire, maggiore la possibilità di una cicatrice evidente.
Normalmente, una cicatrice appare più rossa e consistente al momento della sua formazione, ma il passare del tempo affievolisce la sua evidenza. Molte cicatrici, visibili a distanza di tre mesi dal trauma, migliorano nettamente con il passare dei mesi.
La formazione di una cicatrice dipende dall’età dell’individuo e da dove è localizzata, se sul corpo o sul volto. La cute più giovane guarisce prima ma tende ad ipetrofizzarsi, determinando così una cicatrice più larga e più spessa rispetto alla cute della persona anziana.
La cute del bordo mandibolare è più ‘tirata’ rispetto alla cute della guancia e quindi qui una cicatrice sarà più facilmente visibile. Se una cicatrice è indentata o rialzata, le ombreggiature creeranno una superficie non omogenea. Una cicatrice che attraversa le normali linee di espressione del viso è solitamente più ampia di una semplice ruga, e sarà più appariscente poiché non seguirà un andamento naturale, né sembrerà una piega del volto.
Oggi è possibile intervenire sulle cicatrici migliorandone l’aspetto e la loro visibilità.

RIMODELLAMENTO CICTRICI PRESSO LA PINTO MEDICALSPA

Prima e dopo due trattamenti laser per un rimodellamento di cicatrice.

Cosa si può fare oggi (e non si può fare) sulle cicatrici
Diverse tecniche dermatologiche ambulatoriali possono migliorare l’aspetto delle cicatrici, e gran parte di esse vengono tranquillamente effettuate nel nostro Centro.
Tuttavia, nessuna cicatrice potrà mai essere cancellata del tutto; nessun magico intervento renderà la cicatrice invisibile o uguale alla cute normale circostante. Dato che una cicatrice è differente dall’altra, ognuna di esse richiederà un particolare approccio.
Importante è parlare liberamente con il dermatologo riguardo ciò che dà più fastidio di questo difetto estetico, e decidere il miglior trattamento da instaurare.

Rimozione tatuaggio - Pinto MedicalSpa (Roma)

Un esempio di rimodellamento di una cicatrice abbinata a tatuaggio da asfalto

Revisione di una cicatrice con il laser
Un metodo attuale per migliorare le cicatrici è dato dall’impiego della laser terapia. Una luce ad elevata energia viene impiegata per rinnovare la cute indesiderata e danneggiata. I pazienti ritornano a lavorare in poco tempo, presentando solo un rossore per alcuni giorni.
Il pulse dye laser, ad esempio, lavora sull’arrossamento della cicatrice e ne riduce un’eventuale rilevatezza, o può anche migliorarne il prurito. Le cicatrici ipertrofiche o cheloidee richiedono normalmente più trattamenti a distanza di due mesi l’uno dall’altro.
Le cicatrici acneiche o a “piccozza nel ghiaccio” migliorano invece grazie ai sistemi frazionali ablativi.

Trattamento laser su cicatrici acneiche presso Pinto MedicalSpa - Roma
Laserterapia frazionata ablativa su cicatrici acneiche

Fillers
Il collagene, ma anche l’acido ialuronico, riducono istantaneamente la profondità delle cicatrici. Le infiltrazioni andranno ripetute ogni seiotto mesi circa.

Peelings chimici
L’utilizzo di sostanze chimiche permette di rimuovere lo strato più superficiale della cute al fine di ammorbidire ed addolcire l’asperità delle cicatrici, e conferir loro un colorito più omogeneo.
Il liquido viene applicato con un cotton fioc a partire dalla fronte sino alle guance ed al mento. Varie sostanze vengono impiegate per questa procedura: acido glicolico, acido piruvico, acido mandelico, acido salicilico, acido tricloroacetico.
I peelings leggeri non richiedono tempi di guarigione lunghi, mentre i peelings più profondi richiedono sino a due settimane o più affinché la pelle si riepitelizzi.
La scelta del liquido da utilizzare sarà basata sul tipo di cicatrice che abbiamo di fronte.

Crioterapia
Causa la vescicolazione all’interno della cicatrice ipertrofica, che spesso diminuisce di spessore.

Cortisone
Ammorbidisce enormemente la cicatrice trattata, causandone un restringimento ed appiattimento. Viene impiegato in cicatrici ipertrofiche e cheloidee.

Gel al Silicone
Utili nel ridurre lo spessore della cicatrice, o una sua dolenzia associata. Va utilizzato regolarmente per diverse settimane, ed i risultati sono variabili.