Gradi di invecchiamento e Fototipi cutanei: a quale classe appartenete?

Basata sulla presenza e sull’entità delle rughe sulla pelle, la classificazione di Glogau suddivide i pazienti in quattro categorie. E’ utile classificare schematicamente l’invecchiamento cutaneo in quanto le svariate tecniche di ringiovanimento a nostra disposizione si caratterizzano per le differenti profondità di azione; la scelta di un determinato intervento terapeutico mira quindi a trattare rughe o inestetismi posizionati ad una specifica profondità nella cute.

Il fotoinvecchiamento viene quindi così classificato secondo Glogau:

1- Lieve (solitamente la fascia d’età interessata è tra i 28 e i 35 anni)

Rugosità scarse, assenza di cheratosi, trucco spesso non necessario

2- Intermedio (tra i 35 e i 50 anni)

Prime rughe, alcune cicatrici cutanee; colorito giallastro con prime cheratosi attiniche; richiede lieve make-up

3- Avanzato (dai 50 ai 65 anni)

Rughe permanenti, colorito disomogeneo, presenza di capillari e cheratosi attiniche; make-up obbligatorio

4- Severo (tra i 60 e i 75 anni)

Rughe profonde, fotoinvecchiamento gravitazionale e dinamico; cheratosi attiniche accompagnate o meno da carcinomi cutanei; richiede trucco che raramente riesce a coprire gli inestetismi.

 

Differentemente, la classificazione di Fitzpatrick si basa sulle varie tipologie della pelle umana in rapporto alla loro suscettibilità all’esposizione ai raggi Ultravioletti.

 

Classificazione di Fitzpatrick, varie tipologie della pelle umana in rapporto alla loro suscettibilità all’esposizione ai raggi Ultravioletti

I differenti fototipi cutanei. La foto rappresenta i fototipi dal quinto al primo.

Distingueremo quindi:

Fototipo 1: Cute molto chiara e lentigginosa, si scotta sempre

Fototipo 2:  Cute chiara, si scotta spesso

Fototipo 3: Colorito della cute dal chiaro all’olivastro, si scotta ogni tanto

Fototipo 4: Colorito dall’olivastro al brunastro, si scotta raramente

Fototipo 5: Colorito bruno scuro, si scotta molto raramente

Fototipo 6: Colore nero, non si scotta mai